Ultima modifica: 25 novembre 2020

Altri progetti

Il Liceo Parini propone ai suoi studenti una gamma molto ampia e articolata di
progetti/corsi/attività, sia curricolari che extracurricolari, che vanno ad arricchire l’offerta
formativa di base, consentendo agli alunni di modulare il percorso formativo in modo più
consono ai propri interessi e aspirazioni, di scoprire le proprie attitudini e capacità, di
potenziare la conoscenza delle lingue straniere, di orientarsi nella scelta del proprio
futuro.
La nostra scuola ritiene necessario organizzare non solo corsi che ampliano i contenuti
teorici, ma anche attività di laboratorio che potenzino il livello esperienziale e il saper
fare, le “skills for life” – capacità di prendere decisioni, di risolvere problemi, di
comunicare efficacemente, di comprensione degli altri e di autoconsapevolezza. Tali
attività vengono organizzate e coordinate dai docenti, anche con la collaborazione di
esperti esterni, sulla base di proposte annualmente formulate da insegnanti e studenti,
e si svolgono in genere all’interno delle strutture scolastiche.
21
La scuola, inoltre, ha un piano di sviluppo in termini di progettualità europea, in modo da
consentire di incrementare le competenze dei docenti e le possibilità di sperimentare
metodologie didattiche innovative. In continuità con il precedente triennio, anche per il
periodo 2019/22 verranno quindi valutate le opportunità offerte da vari bandi a
finanziamento europeo, quali i PON e gli Erasmus+.
Di seguito si trova una sintetica illustrazione delle proposte progettuali elaborate per il
triennio 2019/22.
Progetto di certificazione linguistica
Il progetto intende offrire agli allievi dell’Istituto, in relazione a diversi indirizzi di studio
frequentati, la possibilità di acquisire certificazioni di competenze linguistiche in inglese,
tedesco, spagnolo e francese, rilasciate da Enti certificatori riconosciuti, quali il British
Council/International House, il Goethe Institut, l’Instituto Cervantes, l’InstitutFrançais.
Obiettivi:
 consolidare la conoscenza della lingua straniera in vista di competenze
pragmatico – comunicative
 sviluppare le competenze comunicative di ricezione, interazione e produzione
orale e scritta
I destinatari sono gli studenti delle classi seconde, terze, quarte e quinte di tutti gli
indirizzi. I corsi sono tenuti da insegnanti madrelingua o da docenti di lingua straniera,
interni ed esterni, e sono finalizzati al conseguimento delle seguenti certificazioni:
PET, FCE
ZD (B1 e B2)
DELE (B2 e C1)
DELF (B1 e B2)
Progetto Linguaforte
Il progetto Linguaforte (ora aggiuntiva settimanale di lingue) coinvolge le classi del
biennio e le classi quinte del Liceo Linguistico. Le lingue che si intendono potenziare
(relativamente alle risorse annualmente a disposizione della scuola e con la richiesta di
un minimo contributo da parte delle famiglie) sono: SPAGNOLO (classe prima)
FRANCESE / TEDESCO (classe seconda), per un totale di circa 25 ore per ciascuna
lingua, da gennaio a maggio, in orario antimeridiano; nelle classi quinte il progetto
riguarderà la lingua INGLESE con un modulo previsto di 10 ore.
L’ora aggiuntiva settimanale è opzionale e viene attivata qualora vi sia l’adesione della
totalità della classe, in quanto la finalità è il potenziamento delle competenze linguistiche
e delle abilità di base previste per il biennio, ovviando al limitato monte ore curricolare
previsto per le seconde e terze lingue (3 ore settimanali, di cui una di conversazione).
Durante l’ora aggiuntiva vengono svolte attività di recupero e di potenziamento, anche
22
in piccolo gruppo. Un’attenzione particolare è rivolta agli alunni in difficoltà e a quelli per
i quali la seconda/terza lingua rappresenta una novità rispetto al piano di studi della
scuola media frequentata. L’obiettivo è raggiungere più rapidamente le competenze
linguistiche propedeutiche al livello B2, per poter affrontare nel triennio le diverse
certificazioni ed esami. Le famiglie e gli alunni hanno mostrato un grande interesse verso
il progetto.
Corsi di potenziamento nelle Lingue straniere
Per gruppi di studenti delle classi prime e seconde di tutti gli indirizzi vengono attivati
corsi extracurricolari di lingue straniere (inglese-francese-spagnolo-tedesco) al fine di
offrire agli alunni la possibilità di potenziare le proprie conoscenze e competenze
linguistiche in una o più lingue oggetto di studio curricolare.
I corsi sono tenuti in orario pomeridiano da docenti madrelingua, per un totale di
dieci/quindici ore per ciascun corso.
Conseguimento del doppio diploma di maturità:
il progetto EsaBac
Il Liceo Linguistico Parini, primo tra le scuole del territorio di Monza e Brianza, ha aderito
al bando emanato dal Ministero ed è stato autorizzato ad attuare il progetto “EsaBac”
(termine che deriva dalla fusione di “Esame di stato” e “Baccalauréat”), avviato nel 2009
in seguito all’accordo intergovernativo siglato dal Ministro italiano dell’Istruzione e dal
Ministro francese dell’Éducation-nationale.
A partire dall’anno scolastico 2014-2015, una sezione di classe terza del Liceo
Linguistico integra nel proprio percorso di studi il progetto ”EsaBac”, che prevede lo
studio della lingua e della letteratura francese (quattro ore settimanali, già previste nel
liceo linguistico attuale) e della storia in lingua francese (due ore settimanali). Il percorso,
che prosegue nel triennio, porta gli alunni a sostenere nell’ambito dell’Esame di Stato
una prova d’esame specifica che certificherà le loro competenze linguistiche, oltre che
le conoscenze acquisite in una materia, la storia, tradizionalmente appresa nella propria
lingua madre.
Il superamento di tale prova consentirà agli alunni di conseguire anche il diploma
conclusivo degli studi liceali francesi (Baccalauréat) insieme a quello italiano, mentre un
eventuale insuccesso non pregiudicherà la validità dell’Esame di Stato.
L’EsaBac è un percorso d’eccellenza, che pone al centro degli apprendimenti l’apertura
multiculturale e la dimensione europea. Gli studenti che conseguono il doppio diploma
sono in grado di pensare in due lingue e maturano un atteggiamento mentale aperto e
flessibile. Il progetto comporta un grande impegno da parte di studenti ed insegnanti, ma
apre prospettive molto interessanti, come la possibilità di continuare gli studi universitari
in Francia (il diploma dà libero accesso alle Università francesi), oppure di seguire
percorsi di ricerca post-laurea e di trovare sbocchi professionali qualificati in un contesto
23
lavorativo nazionale, europeo ed internazionale. Ove le risorse lo rendessero possibile,
il progetto potrà essere esteso all’indirizzo LES.
Progetto Cambridge (IGCSE)
A partire dall’anno scolastico 2017-2018, il Liceo Parini offre agli studenti dell’Istituto, e
in primo luogo a quelli dell’indirizzo Linguistico, la possibilità di conseguire il diploma
internazionale Cambridge IGCSE, che prevede lo studio di alcune discipline in lingua
inglese attraverso lezioni attualmente tenute in orario pomeridiano. Si tratta di un
percorso formativo facoltativo di eccellenza, che affianca il curricolo italiano con
l’insegnamento in inglese (secondo i programmi di studi proposti dall’Università di
Cambridge) in alcune materie caratterizzanti: Matematica, Inglese L2 e una terza
disciplina scelta tra quelle proposte da CIE-Cambridge Assessment International
Education, secondo le risorse presenti in Istituto e tenendo conto, quando possibile,
delle preferenze delle famiglie (i corsi attivati attualmente sono il
percorso interdisciplinare geosociale denominato Global Perspectives e la disciplina
Business Studies). Ciascuna disciplina è insegnata da docenti specializzati
nell’insegnamento secondo la metodologia CLIL. Gli studenti, dopo un percorso
biennale, sostengono gli esami in inglese, con prove inviate e corrette dal CIE stesso. I
singoli attestati di superamento delle materie del percorso IGCSE andranno ad
arricchire il portfolio personale dello studente. La certificazione per due o più delle
discipline costituirà titolo di preferenza per l’ammissione alle migliori Università di tutto il
mondo. Il diploma IGCSE è riconosciuto dalle Università e nel mondo del lavoro come
attestazione del raggiungimento di standard internazionali di competenze linguisticocomunicative.
Stage di lingue all’estero
La valenza culturale e formativa di queste esperienze risiede sia nell’approfondimento
linguistico che nell’approccio culturale al paese straniero. Gli stage hanno come meta i
paesi delle lingue studiate, ovvero l’inglese, il francese, lo spagnolo e il tedesco. Durano
una settimana e si tengono a inizio anno scolastico o nel mese di marzo, a seconda
delle esigenze didattiche. Gli studenti di norma soggiornano presso famiglie e sono
accompagnati da alcuni docenti della scuola, uno dei quali dovrà conoscere la lingua del
paese in cui si effettua lo stage.
Sono rivolti agli studenti di tutti e tre gli indirizzi liceali, con un’alternanza fra le lingue
che viene determinata di anno in anno. Ogni studente potrà così avere la possibilità di
partecipare in anni diversi agli stage di tutte le lingue affrontate nel proprio percorso di
studi.
A partire dall’anno scolastico 2016/2017 vengono offerti anche stage di studio e lavoro
all’estero per le classi quarte.
Per tutti gli indirizzi lo stage è facoltativo, ma nel Liceo Linguistico è fortemente
raccomandato, tanto che nel triennio il Consiglio di classe, come stabilito dal Consiglio
d’Istituto, propone esclusivamente stage di studio e/o lavoro e non viaggi d’istruzione.
24
Dall’A.S. 2017/18 il nostro liceo ha avviato un gemellaggio con la IBS School, una scuola
di pari livello di Aix-en-Provence (Francia), promuovendo uno scambio alla pari di alunni
con alloggio presso le famiglie (sia in Provenza, sia in Brianza).
Exchange students: esperienze di lunghi soggiorni all’estero
Da alcuni anni la nostra scuola sostiene le esperienze individuali di lunghi soggiorni
all’estero. Si tratta di soggiorni in cui lo studente si inserisce nella vita quotidiana e
scolastica di un paese straniero per tre, sei o dodici mesi.
Attraverso la figura del tutor di classe o di Istituto la scuola garantisce un contatto
costante con lo studente durante la sua permanenza all’estero e un regolare
reinserimento nel percorso scolastico al suo rientro.
La scuola si è anche aperta all’accoglienza di studenti stranieri che svolgono la stessa
esperienza in Italia, accogliendo giovani provenienti da tutte le parti del mondo per
periodi che variano dai tre ai dodici mesi. Gli alunni, inseriti nelle classi più adatte al loro
percorso scolastico e alla loro età, vengono seguiti da un tutor di classe e dal referente
di Istituto che curano il piano di studi personalizzato e l ’inserimento nella classe e nella
scuola.
La presenza di uno studente straniero in classe è una risorsa preziosa per la formazione
culturale e umana dei nostri studenti.
Progetti Europei (PON)
La scuola ha presentato nel corso degli ultimi anni diverse candidature a bandi per
progetti finanziati dall’Unione Europea; molti di essi sono stati approvati e hanno
consentito di implementare le strutture della scuola e di offrire ai ragazzi corsi relativi sia
ad attività curricolari, sia atti a sviluppare intelligenze diverse.
Nell’anno scolastico 2016-2017 il progetto PON “Realizzazione di ambienti disciplinari”
ha consentito l’allestimento di uno spazio educativo idoneo ad ospitare alunni con
disabilità.
Nell’anno scolastico 2017-2018 sono stati realizzati tre progetti PON
 Progetto “Inclusione sociale e lotta al disagio”: ha permesso di attivare otto corsi
destinati agli alunni, che andavano dal consolidamento delle competenze di base fino
alla preparazione per i test universitari, inserendo anche attività extracurricolari quali
karate, teatro, musica e orienteering, ed un corso rivolto ai genitori;
 Progetto ”Potenziamento dei percorsi di alternanza scuola-lavoro”: grazie ad esso
sono stati attivati due percorsi in Italia ed un percorso all’estero, a Salamanca in
Spagna. Tutti i percorsi sono stati rivolti a gruppi di 15 studenti. I due percorsi in Italia
hanno consentito ai ragazzi di effettuare l’esperienza dell’alternanza non una sola
realtà lavorativa, ma una filiera di strutture che lavorano in modo sinergico all’interno
di uno specifico settore lavorativo. Il percorso all’estero, già innovativo per il fatto di
permettere ai ragazzi di confrontarsi con una realtà lavorativa transnazionale
potenziando parallelamente l’uso della lingua straniera, è stato centrato su un progetto
di valorizzazione dei Beni Culturali ed ha permesso ai ragazzi di soggiornare all’estero
gratuitamente per tre settimane;
25
 Progetto “Laboratori innovativi”: ha consentito di attrezzare con strumentazioni
innovative il laboratorio linguistico ed il laboratorio scientifico della scuola.
Nell’anno scolastico 2018-2019 sono in corso di realizzazione quattro progetti PON
 Progetto “Orientamento formativo e ri-orientamento”: prevede due corsi di
preparazione ai test universitari, un corso di reportage giornalistico ed un corso di
orientamento in uscita finalizzato alla scelta del percorso post-liceale;
 Progetto “Competenze di base” prevede otto corsi di potenziamento concentrati su
quattro discipline: italiano, matematica, inglese e scienze, attivati in doppio o in
momenti diversi dell’anno o presso plessi diversi della scuola;
 Progetto “Competenze di cittadinanza globale” prevede l’attivazione di due diversi
moduli, ciascuno dei quali da replicare nei due anni scolastici compresi nella durata
del progetto, che intendono potenziare il benessere, i corretti stili di vita, l’educazione
motoria e lo sport, nonché il civismo, il rispetto delle diversità e la cittadinanza attiva;
 Progetto “Pensiero computazionale e cittadinanza digitale” prevede l’attivazione di due
percorsi formativi, indirizzati rispettivamente agli studenti del primo e del secondo
biennio, da replicare nell’anno scolastico 2019-2020. I percorsi sono finalizzati ad
informarsi, riflettere e acquisire maggiore consapevolezza sul rapporto fra mondo reale
e virtuale e in particolare sull’uso improprio e aggressivo della rete e dei social network,
con particolare attenzione al problema del cyberbullismo.
E’ stata presentata, inoltre, la candidatura per la seconda edizione del progetto
”Potenziamento dei percorsi di alternanza scuola-lavoro” che prevede due percorsi da
realizzare in Italia, di cui uno pensato per gruppi di studenti con difficoltà e bisogni
specifici e quindi esposti a maggiori rischi di abbandono e uno finalizzato a conoscere
in modo più approfondito le risorse artistiche e naturalistiche del nostro territorio ed un
percorso da realizzare all’estero, a Cannes in Francia, della durata di tre settimane e
che coinvolge un gruppo di quindici studenti.
Alternanza scuola-lavoro
La legge di riforma n° 107/15 ha introdotto l’obbligo di alternanza scuola-lavoro da
svolgersi per tutti gli alunni delle scuole secondarie di secondo grado, secondo un
monte ore che viene stabilito a livello ministeriale.
A partire dall’anno scolastico 2015-16, pertanto, su tutte le classi terze dell’Istituto è stata
avviata l’attività di alternanza scuola-lavoro.
In generale, essa rappresenta un percorso didattico che offre agli studenti la possibilità
di consolidare la loro formazione attraverso l’avvicendarsi di periodi di studio e di lavoro.
E’ un’opportunità esperienziale, propria del secondo ciclo di studi, finalizzata a migliorare
la motivazione e la qualità dell’apprendimento degli studenti, avvicinandoli al mondo
delle professioni e consentendo loro di orientare meglio le proprie scelte future.
Il Liceo Parini, sin dalle origini, ha una lunga tradizione di relazioni e scambi con enti e
ambiti lavorativi del territorio, in quanto da sempre sono stati proposti agli studenti dei
tre indirizzi stage lavorativi, mentre il progetto di alternanza scuola-lavoro è stato
sperimentato positivamente nelle classi del Liceo economico-sociale dal 2011 e in
qualche sezione di classe terza e quarta del Liceo delle Scienze Umanedal 2012.
26
L’alternanza scuola-lavoro ha assorbito al proprio interno lo stage di alfabetizzazione
degli alunni stranieri, un’esperienza che la nostra scuola attuava già da qualche anno in
collaborazione con Istituti Comprensivi Statali di Seregno, di comuni limitrofi, in
collaborazione con la Rete cittadina di Seregno e supportata dall’intervento dei
responsabili del Servizio Minori (sempre del Comune di Seregno) con notevoli risultati
di apprezzamento.
Alla luce delle nuove normative, è precisa volontà del nostro Liceo conservare il ricco
bagaglio di esperienze, contatti e collaborazioni accumulati negli scorsi anni con enti e
associazioni presenti sul territorio, ampliando le proposte di attività in relazione alle
peculiarità di ogni singolo indirizzo di studi.
Le attività proposte sono le seguenti:
– classi terze di tutti gli indirizzi: alfabetizzazione/supporto allo studio degli alunni
stranieri e con difficoltà di apprendimento, che prevede attività presso le scuole
dell’obbligo del territorio. Con le stesse modalità viene proposto alle classi Terze del
LES il progetto ABC DIGITAL, alfabetizzazione digitale dedicata agli “over 60”. Sono
state proposte sperimentazioni di attività di alfabetizzazione culturale (per es. il
progetto degli Animatori culturali in parternariato con la Biblioteca civica di Lissone
nell’A.S. 2018/19)
– classi quarte: esperienze di lavoro in molteplici ambiti in relazione alle specificità dei
vari indirizzi e agli interessi dei singoli studenti, con valenza anche orientativa nel
mondo universitario. Le attività vengono effettuate presso studi di professionisti (studi
legali, notarili, commercialisti, assistenti sociali…), cooperative no profit, centri sociali
e di assistenza psicologica, centri ospedalieri (scuola in luoghi non tradizionali),
Pediatria e Recupero Mentale, Siti di interesse storico-artistico, FAI (Fondo per
l’Ambiente Italiano), Centri di traduttori, Centri per l’impiego e l’orientamento dei
giovani, Musei e Mostre, Aziende private, ecc. In prospettiva, si stanno attuando
accordi di Rete con altre scuole, in funzione dell’organizzazione di attività territoriali
per il recupero dei beni culturali;
– classi quinte: percorso formativo mirato alla progressiva consapevolezza delle
proprie attitudini, abilità, competenze trasversali ai fini di una scelta consapevole
rispetto alle opportunità universitarie/di formazione post-diploma e/o alle esigenze
dell’attuale mercato del lavoro, anche grazie all’intervento di esperti esterni. Le
attività (stesura del c.v. europeo, simulazione colloqui di lavoro, uso del Web per la
ricerca attiva del lavoro…) sono finalizzate a sollecitare la riflessione critica dello
studente in merito alle esperienze di lavoro effettuate nel triennio, in modo da
maturare la disponibilità alla flessibilità e alla mobilità, secondo una visione globale
del mercato del lavoro, in Italia e all’estero.
I criteri guida nella scelta degli enti ospitanti sono correlati alle richieste degli studenti e
alle riflessioni degli anni precedenti sulla qualità dell’offerta.
27
Obiettivi:
 sperimentare sul piano pratico quanto appreso in modo teorico;
 approfondire le competenze linguistiche, giuridiche, sociologiche, statistiche,
utilizzando la nuova programmazione per competenze;
 sensibilizzare gli alunni/e alle problematiche delle “culture altre” in relazione
all’inserimento e all’integrazione degli studenti stranieri nella scuola dell’obbligo,
anche alla luce della normativa giuridica;
 favorire la comunicazione con persone che rivestono ruoli diversi all’interno della
società;
 riconoscere ed usare modelli/strumenti di sostenibilità economica e modelli
finalizzati al consumo critico;
 promuovere l’atteggiamento critico ed autocritico, il senso di responsabilità e di
rispetto delle regole.
Durante le attività di alternanza ogni studente è supportato da un docente tutor del Liceo,
che concorda con il tutor dell’Ente ospitante le attività che lo/la stagista dovrà svolgere,
indicando obiettivi e livelli di abilità da conseguire. In itinere si procede al monitoraggio
delle attività, rilevando i progressi e/o le criticità. Al termine dello stage, il tutor dell’Ente
ospitante e il tutor del Liceo esprimono una valutazione in merito ai livelli di competenza
raggiunti dallo studente. Tale valutazione è parte integrante della valutazione del profitto
scolastico.
Infine viene redatta la certificazione dei livelli di competenza acquisiti, firmata dal
responsabile dell’Ente ospitante e dal Dirigente Scolastico del Liceo Parini, che viene
acclusa al portfolio personale. Tale certificazione ha validità sia nell’ambito universitario
che in quello lavorativo ed è parte integrante del curriculum vitae.
Gli studenti, durante gli stage-alternanza, hanno modo di:
 integrare la preparazione teorica di base con quella di tipo professionale
 confrontare le conoscenze teoriche con le dinamiche sociali
 sperimentare i sistemi organizzativi e relazionali del mondo del lavoro
 imparare ad imparare
 orientarsi nelle scelte post-diploma
La valutazione del Progetto si effettua in itinere durante gli incontri che i tutor della scuola
svolgono con gli operatori degli enti e con gli studenti, ma anche al termine dello stage
alternanza con la raccolta e il vaglio di appositi questionari distribuiti sia all’ente che agli
studenti. I dati vengono poi rielaborati in modo grafico e confrontati sul piano statistico.
Gli alunni possono, volontariamente, effettuare stage lavorativi nel periodo estivo.
Viaggi di istruzione e uscite didattiche
I viaggi di istruzione, le uscite didattiche ed ogni altra attività svolta fuori dell’ambito
strettamente scolastico hanno lo stesso valore educativo di tutte le altre iniziative
effettuate in classe, sono inserite nella programmazione di Istituto e sono coerenti con
gli obiettivi formativi del biennio e del triennio. Il Consiglio di classe all’inizio dell’anno
28
scolastico, sentite le proposte dei singoli docenti e coerentemente con gli obiettivi
trasversali individuati per la classe, procede alla stesura del piano annuale delle uscite
didattiche e dei viaggi di istruzione in base a criteri stabiliti dall’apposito regolamento
stilato in sede di Consiglio di Istituto. Le uscite e i viaggi di istruzione hanno come scopo:
 integrazione della preparazione culturale specifica di indirizzo;
 integrazione delle conoscenze rispetto sia al nostro paese e al suo territorio, che
dei paesi esteri, in particolare della comunità europea;
 integrazione dei programmi delle varie discipline per un approccio il più possibile
multi/pluridisciplinare di alcune tematiche (italiano, storia, storia dell’arte, scienze,
scienze umane, etc.).
Per la realizzazione dei viaggi e delle uscite didattiche si cerca di utilizzare nel modo più
ampio possibile i servizi offerti dagli operatori locali, ad esempio: visite guidate, itinerari
suggeriti di particolare rilevanza, laboratori interattivi offerti da musei, biblioteche, etc.,
in modo che gli studenti siano sempre più coinvolti in prima persona.
Qualora la scuola ne verifichi la concreta fattibilità, è possibile attivare anche scambi
culturali con altre realtà scolastiche italiane che hanno una funzione di arricchimento
culturale e professionale e rispondono a finalità specifiche diverse secondo l’indirizzo di
studio.
Progetto “Protagonisti nell’apprendere”: attività laboratoriali
(Liceo delle Scienze Umane e Liceo economico-sociale –
classi prime)
Al fine di rendere più coinvolta e operativa la partecipazione dello studente, di qualificare
la proposta formativa degli indirizzi liceali del nostro istituto e di meglio favorire, nel suo
approccio iniziale, la comprensione della specificità dell’oggetto di studio delle discipline
di indirizzo, per le classi prime del Liceo delle Scienze Umane e del Liceo economicosociale vengono proposte attività laboratoriali con una metodologia interattiva
nell’ambito del progetto “Protagonisti nell’apprendere”.
Alcuni contenuti disciplinari e curricolari fondanti il piano di studio (quali ad esempio la
conoscenza dei diversi codici comunicativi, la comunicazione digitale, la funzione delle
emozioni e la loro gestione, il profilo motivazionale alla base dell’agire umano, l’empatia),
dopo una trattazione teorica verranno approfonditi e trattati a livello pratico-esperienziale
con la presenza di esperti.
La collaborazione tra esperti e docenti di materia, in fase di progettazione e di
conduzione, intende promuovere una progressiva qualificazione della proposta
formativa del percorso del Liceo delle Scienze Umane e del Liceo economico-sociale e
offrire agli alunni non solo l’opportunità di approfondire e di sperimentare nuovi approcci
ad argomenti curricolari, ma anche consentire loro di entrare in contatto con
professionisti che operano in settori coerenti con il proprio indirizzo di studio.
29
Giornate a tema (triennio Liceo delle Scienze Umane)
Nell’ambito della loro programmazione annuale, i docenti delle discipline che
caratterizzano il Liceo delle Scienze Umane individuano e sviluppano con le classi del
triennio tematiche curricolari e di attualità che richiedono un ampio coinvolgimento –
intellettuale etico ed emotivo- dello studente (negli ultimi anni sono stati proposti temi
come “le neuroscienze”, “l’interpretazione del disegno infantile”, “l’intercultura”, “le
migrazioni”, “le disabilità”, “la creatività”, “le illustrazioni per la letteratura dell’infanzia”,
“la Lingua italiana dei segni” e “il Braille”).
Le Giornate a tema si collocano a conclusione del lavoro svolto in classe, come
approfondimento guidato da esperti, esponenti delle professioni e della società civile,
condotto mediante filmati, conferenze, attività di gruppo e laboratoriali.
Progetto Triennio (Liceo economico-sociale)
I docenti del Liceo economico-sociale, al fine di portare nella scuola la realtà e la
contemporaneità,approfondiscono di anno in anno, con le classi del triennio, specifiche
tematiche di attualità. Sono stati oggetto di riflessione, attraverso l’approccio
multidisciplinare del Consiglio di classe e l’intervento di esperti e operatori dei settori
coinvolti, temi come: “globalizzazione e finanza etica”; “diversità e approccio
interculturale”; “conflitto distruttivo e costruttivo”; “il lavoro”; “famiglia, economia e
società”; “contrastare la criminalità”, “la solidarietà nella responsabilità personale”.
Il progetto si inquadra nell’idea di una didattica per competenze, richiedendo allo
studente, pensato al centro del processo di apprendimento, di applicare le proprie
conoscenze e abilità in modo autonomo e responsabile. I prodotti multimediali realizzati
sono presenti in manifestazioni culturali pubbliche.
Progetto legalità
Il progetto curricolare intendepromuovere negli studenti l’educazione civica, alla
partecipazione e alla cultura della legalità, l’educazione alla vita democratica attraverso
esperienze dirette di democrazia, lo sviluppo di competenze di cittadinanza attiva e
l’ampliamento delle conoscenze giuridico-economiche.
A tal fine vengono proposti alle classi annualmente individuate:
incontri a scuola con avvocati del tribunale di Monza;
uscita al tribunale di Monza per assistere all’ udienza di un processo penale;
incontri con esponenti della società civile e dell’esercito;
uscita al Carcere circondariale di Monza (solo per un piccolo numero di studenti
maggiorenni).
In treno per la Memoria
Il nostro liceo aderisce dall’A.S. 2014/15 al progetto IN TRENO PER LA MEMORIA,
promosso e organizzato dai Sindacati confederali, che propone alle scuole Secondarie
30
di II grado del territorio di partecipare ad un viaggio che ha per meta Auschwitz e intende
ripercorrere la stessa strada affrontata dai deportati nei campi di concentramento e di
sterminio con partenza, simbolicamente, proprio dal binario 21 della stazione Centrale
di Milano, da cui partirono i tanti treni diretti in Germania e Polonia.
“L’idea è quella di comporre un sistema di rete tra tutti i partecipanti e dei partecipanti
con il territorio, attraverso una fase di preparazione del viaggio con lavori di costruzione
della memoria, nelle scuole e nelle città, e di comunicazione delle esperienze che il
viaggio permetterà di vivere, ritornando nelle scuole e nelle città, coinvolgendo studenti
e cittadini con iniziative che parlano del proprio vissuto. Noi crediamo che “in Treno per
la Memoria” sia un’opportunità importante e significativa al fine di creare occasioni di
coesione sociale nell’intento di costruire una società migliore, anche attraverso la
semplice ritualità della commemorazione, ma soprattutto attraverso l’azione di ognuno,
perché i cittadini d’Europa non si sentano spettatori di una storia confezionata, ma attori
di un destino comune che ha anche radici comuni nella tragica esperienza di Auschwitz”.
(Dal sito web In treno per la Memoria).
Il Liceo Parini sceglie i partecipanti al viaggio attraverso un concorso tra gli alunni per
individuare gli Ambasciatori di pace del Parini; questa modalità consente di verificarne
la motivazione e la disponibilità a restituire ai compagni di scuola l’esperienza, attraverso
forme che saranno di volta in volta concordate tra gli alunni ed i docenti referenti
dell’iniziativa, ma che avranno in comune l’obiettivo di presentare in occasione del
“Giorno della memoria” (27 gennaio) a tutta la comunità scolastica l’esperienza vissuta
tramite una perfomance partecipata e condivisa.
Corso di formazione al volontariato
Il Corso è tenuto da esperti diClown One Italia Onlus(fondata da Ginevra Sanguigno e
Italo
Bertolasi, collaboratori del famoso medico e clown Americano Patch Adams)
un’associazione di volontari che comprende artisti, ecologi e operatori sanitari impegnati
in interventi umanitari in aree di gravi emergenze e di guerra. Gli studenti vengono
guidati in un percorso dinamico, giocoso ed entusiasmante, fatto di partecipazione attiva,
riflessione, crescita e cambiamento.
Il progetto viene proposto agli alunni delle classi seconde, terze e quarte di tutti gli
indirizzi, che apprendono, nel corso di dieci laboratori pomeridiani, semplici tecniche di
clownerie e compiono le prime esperienze di volontariato attivo (presso scuole
dell’infanzia, centri di assistenza per anziani e disabili…), in cui la modalità ludica di
approccio all’altro è il risultato di un forte impegno personale e della disponibilità alla
“relazione di cura”.
31
Progetto editoria “Selfie di noi” – Scuola Bookcity
Il progetto editoriale, che ormai da tre anni sta coinvolgendo gli alunni di tutti gli indirizzi,
ha come obiettivo quello di promuovere la scrittura e la lettura tra i giovani non solo del
nostro Istituto, ma di tutto il territorio.
Nato in collaborazione con la casa editrice Gemma Gemmiti Edizioni, il progetto, svolto
durante le ore di Alternanza scuola lavoro, permette di pubblicare ogni anno un libro
della collana “Selfie di noi”.
I ragazzi attraverso testi narrativi e poetici, scritti ed editati da loro, affrontano tematiche
diverse, legate al mondo dell’infanzia, dell’ adolescenza e al nostro territorio.
La partecipazione come ente promotore alle giornate milanesi dedicate al libro ha
permesso al Liceo “Parini” di diventare una Scuola Bookcity.
Progetto Love Spell
Da diversi anni alle classi seconde di tutti gli indirizzi viene proposto un progetto di
educazione all’affettività e alla sessualità che favorisce il confronto e la condivisione tra gli
alunni rispetto a tematiche inerenti la crescita. Per ciascuna classe si prevedono tre incontri
(due con una psicologa e uno con un’ostetrica e/o un medico), che hanno l’obiettivo di
far acquisire agli studenti una maggiore consapevolezza della propria sfera emotiva,
relazionale e biologica, favorire la loro crescita armonica e prepararli a riconoscere e
prevenire comportamenti sessuali a rischio per sé e per gli altri. Le attività proposte, inoltre,
mirano a rendere gli adolescenti consapevoli dei rischi connessi alla condivisione delle
relazioni affettive sui social network e li stimolano a una revisione critica dei costumi e degli
stereotipi di genere.
Cineforum
Agli studenti di tutte le classi della succursale di Lissone viene offerta la possibilità di
partecipare in orario pomeridiano ad attività di arricchimento culturale mediante la
frequenza di un Cineforum, che viene realizzato sulla base di un tema individuato
annualmente. Le proposte cinematografiche sono precedute da alcuni incontri
introduttivi al genere prescelto, considerato nella sua evoluzione all’interno della storia
del cinema.
Nel plesso di Lissone, inoltre, nel corso dell’A.S. 2018/19 viene proposto
sperimentalmente un Cineforum in lingua francese, che prevede la visione di un ciclo di
film in lingua originale con sottotitoli.
Il progetto, rivolto a tutti gli studenti dell’istituto che studiano la lingua francese (o a coloro
che ne hanno una sufficiente conoscenza) si propone di avvicinare gli alunni al
linguaggio cinematografico e, contestualmente, favorire l’apprendimento della lingua
contestualizzandola nella società e nella cultura di cui è l’espressione.
32
WeDebate
Nel mondo anglosassone, soprattutto nelle scuole, nei college e nelle università, il Debate
è una disciplina diffusa dalla fine dell’Ottocento, con insegnante e materia dedicati, ed è
organizzato in club di dibattito che si incontrano e si confrontano in competizioni locali e
internazionali.
Migliaia di scuole in Europa e nel mondo hanno inserito il dibattito tra le attività curricolari,
hanno aperto club, aderiscono a società di dibattito e partecipano a tornei, anche
internazionali.
Dall’A.S. 2017-2018 il Liceo “Parini” ha aderito alla rete di scuole “Wedebate” che
condividono il dibattito quale buona pratica didattica, sia curricolare che extracurricolare.
La finalità del progetto di rete è quella di fornire agli studenti delle scuole coinvolte le
tecniche e le strategie per gestire un dibattito, sapere parlare in pubblico, difendere le
proprie opinioni, sapere rispondere alle accuse o alla controparte, sapersi documentare,
privilegiando il lavoro di gruppo e la formazione dello spirito di gruppo, favorendo lo
sviluppo del pensiero critico, della comunicazione efficace, delle capacità di
argomentazione e di collaborazione.
Nell’ottica dell’educazione alla cittadinanza, il progetto fornisce ai giovani il sostegno e le
risorse necessari perché possano avere un ruolo sempre meno passivo e sempre più
propositivo nella società, imparando a difendere le proprie opinioni, nel rispetto di quelle
altrui.
Dibattere temi, soprattutto quelli legati all’attualità politica, sociale, economica, scientifica
e culturale, fa crescere gli studenti poiché consente loro di cogliere gli aspetti più concreti
della realtà, al di là di ogni facile populismo.
Il dibattito è dunque proposto per favorire, attraverso la contrapposizione delle opinioni, la
formazione di una maggiore consapevolezza e coscienza tra coloro che vi assistono ed è
di stimolo ad una maggiore partecipazione.
Ogni tema può essere oggetto di dibattito, purché siano riconoscibili posizioni opposte da
sostenere all’interno delle modalità scelte in base ai diversi più diffusi metodi di Debate.
Consiste nell’imparare a parlare, a esprimersi, a dialogare non sviluppando solo capacità
di argomentazione, ma anche quella di trovare idee, la flessibilità nel sostenere una
posizione che non sia la propria quando si svolge un ruolo di rappresentanza, l’apertura
mentale che permette di accettare la posizione degli altri, l’ironia e l’eloquenza che
contribuiscono a rendere il dialogo piacevole. Esse costituiscono competenze trasversali
che formano la personalità e che sono utili soprattutto al di fuori della scuola, per affrontare
un colloquio di lavoro, per sostenere un esame, per dare voce, con garbo e determinazione,
alle proprie idee.
A Scuola di Open Coesione
Il Liceo “Parini”, unica scuola della Provincia di Monza e Brianza, è stato selezionato per
l’A.S. 2018-2019 per un progetto ASOC (A Scuola di Open Coesione).
Si tratta di un percorso innovativo di didattica interdisciplinare, rivolto alle scuole
secondarie superiori, che promuove attività di monitoraggio civico dei finanziamenti
33
pubblici anche attraverso l’utilizzo di open data e l’impiego di tecnologie di informazione e
comunicazione.
Il team di 35 ragazzi, impegnati in un percorso di alternanza scuola-lavoro, si può avvalere
del supporto degli uffici territoriali UE, di Istat e di altri enti pubblici e privati.
Tra i 160 team partecipanti al progetto alcuni verranno premiati anche con un viaggio-visita
a Strasburgo.
Coro Musicale del Parini
Tra le attività proposte dal nostro Istituto per l’alternanza scuola-lavoro vi è la
partecipazione al Coro Musicale della scuola “ParinIncoro”, diretto e accompagnato dal
maestro Enrico Balestreri.
Il Coro, aperto a tutti gli studenti e docenti dell’Istituto, si incontra con cadenza
settimanale e si esibisce in particolari occasioni, come il Natale e la consegna dei diplomi
agli alunni che hanno superato l’esame di Maturità.
Corso base di fotografia digitale/Corso avanzato di reportage
Il corso base di fotografia digitale è rivolto a un numero massimo di 25 studenti,
frequentanti il triennio dei diversi indirizzi, che desiderano apprendere il linguaggio delle
immagini e imparare a guardare il mondo con la curiosità di chi non è solo uno spettatore
passivo, ma un produttore di nuovi significati.
Il corso, tenuto in orario pomeridiano da un affermato fotografo e fotoreporter, prevede
lezioni teoriche e pratiche, queste ultime svolte nel corso di uscite sul territorio, e
consente di acquisire la tecnica di base della fotografia moderna, insieme ai principali
criteri di teoria della luce e della composizione, fino ad arrivare agli aspetti artistici e di
comunicazione delle immagini.
Al termine delle attività, con gli scatti migliori realizzati dagli studenti viene allestita una
mostra nel territorio di Seregno.
Agli alunni che possiedono già le nozioni fotografiche di base potrà essere proposto,
invece, un corso avanzato di reportage, che consente di sviluppare competenze
giornalistiche e di sperimentare quanto acquisito nelle redazioni delle testate
giornalistiche del territorio, nell’ambito delle attività di alternanza scuola-lavoro.
AMA (Alternanza Musei Arte)
Si tratta di esperienze formative e culturali in ambito storico-artistico, effettuate presso
siti monumentali e museali milanesi e brianzoli. Tali esperienze sono finalizzate
all’acquisizione di una conoscenza più approfondita dei beni culturali del territorio, a
confrontarsi con le varie attività svolte in un museo, a sperimentare il ruolo di “Ciceroni”,
sviluppando così conoscenze e abilità acquisite negli anni di frequenza liceale e
potenziando competenze relazionali e culturali, anche in vista di possibili future scelte
professionali. Gli studenti possono accrescere le proprie abilità comunicative anche
34
attraverso un corso formativo di carattere professionalizzante tenuto da guide turistiche
professioniste. Inoltre, alcune proposte mirano allo sviluppo di competenze trasversali
particolarmente inerenti alle Scienze umane, in quanto svolte nell’ambito specifico della
didattica dell’arte per bambini.
GIS (Gruppo Interesse Scala)
Il progetto si prefigge l’obiettivo di avvicinare gli studenti alla musica classica e di
coltivare il gusto del bello tramite la partecipazione a eventi culturali presso il Teatro alla
Scala di Milano. Gli spettacoli sono preceduti da incontri introduttivi, che si tengono a
scuola in orario pomeridiano, per permettere agli alunni di apprezzare a pieno
l’esperienza teatrale.
Compagnia letteraria Gian dei Brughi – Lettura ad alta voce
L’intento principale del progetto è promuovere l’interesse degli studenti per il mondo
della lettura, un mondo fatto di realtà molteplici e variegate e occasione di straordinaria
crescita culturale.
Il nostro liceo ha usufruito, nel biennio 2015/16 e 2016/17, grazie ad un finanziamento
della Fondazione Cariplo, aduna percorso di formazione laboratoriale per aspiranti
leggistorie. Alcuni alunni, guidati da un animatore-leggistorie, hanno appreso le tecniche
di base per la lettura ad alta voce: respirazione, dizione, modulazione del suono,
selezione e interpretazione del testo, preparazione del setting, gestione del gruppo di
ascolto.
In continuità con l’esperienza suddetta, nel corso dell’A.S. 2018/19 un gruppo di alunni
e alunne delle classi Terze e Quinte degli indirizzi di Scienze umane e Linguistico,
nell’ambito delle attività di Alternanza scuola lavoro, hanno dato il via ad un progetto
sperimentale in parternariato con la biblioteca civica di Lissone per promuovere la
creazione di esperti junior nell’animazione letteraria, con l’obiettivo di supportare bambini
e famiglie che frequentano le sezioni ragazzi delle biblioteche di pubblica lettura.
L’obiettivo di più largo respiro è quello di operare per porre le condizioni affinché il nostro
liceo possa diventare nel tempo punto di riferimento territoriale per la promozione e
l’educazione alla lettura, aprendosi in questo campo alla collaborazione con diversi enti
del territorio (biblioteche, scuole, residenze per anziani, musei, centri culturali, ecc.).
Circolo di lettura
Il Circolo di lettura, denominato Il Peppino (in giocoso onore di Giuseppe Parini), è
costituito da un gruppo composito di soggetti (alunni, docenti, preside) accomunati
dall’interesse per la letteratura che, partendo dalla lettura di un libro concordato, si
riunisce mensilmente in un clima che favorisce il confronto arricchente e la condivisione
di idee.
35
Serate del Parini
Le Serate del Parini sono occasioni che consentono alla scuola di rafforzare il proprio
legame con il territorio, inserendosi, quando possibile, all’interno di manifestazioni
culturali rivolte alla cittadinanza e utilizzando spazi offerti dal comune di Seregno.
Nell’ambito della proposta, che prevede la libera adesione delle classi del triennio di tutti
gli indirizzi, gli studenti utilizzano un metodo progettuale che promuove la cooperazione
e la partecipazione responsabile alle attività di gruppo, realizzano prodotti multimediali
o organizzano brevi conferenze a carattere culturale da presentare nel corso delle
Serate.
Attività formative sportive
1. ATTIVITÀ FORMATIVA SPORTIVA IN CORSO
I progetti organizzati mirano a favorire la pratica di attività motorie in diversi ambienti,
sensibilizzando al rispetto del territorio e valorizzando le opportunità che esso offre. Le
proposte prevedono lo svolgimento di lezioni teorico-pratiche condotte in forma
laboratoriale e con il coinvolgimento attivo degli studenti. Alcune attività vengono
proposte all’intera classe, altre sono invece a libera adesione per gruppi trasversali alle
classi.
a) TENNIS – Lezioni di tennis offerte in orario curricolare presso i campi da tennis adiacenti
al complesso dello Stadio Ferruccio di Seregno.
 Destinatari: Studenti classi che aderiscono alla proposta ad inizio anno.
 Risorse umane interne e requisiti: Docenti di Scienze Motorie
 Risorse umane esterne e requisiti : Istruttori Circolo tennis
 Le attività prevedono un contributo da parte degli studenti
b) NUOTO – Lezioni di nuoto e di tennis offerte in orario curricolare presso le strutture del
centro sportivo LA PORADA di Seregno.
 Destinatari: Studenti classi che aderiscono alla proposta ad inizio anno.
 Risorse umane interne e requisiti: Docenti di Scienze Motorie
 Risorse umane esterne e requisiti : Istruttori nuoto
 Le attività possono prevedono un contributo da parte degli studenti
c) GIORNATA DELLO SPORT
Giornata dedicata allo sport con protagoniste diverse discipline scelte di anno in anno,
proponendo eventualmente anche le finali di tornei sportivi organizzati nel corso
dell’anno scolastico in parternariato con altri istituti presenti sul territorio.
 Destinatari: Studenti delle diverse classi
 Risorse umane interne e requisiti: Docenti di Scienze Motorie
36
 Risorse umane esterne e requisiti : Docenti delle altre scuole e volontari delle diverse
associazioni sportive che si renderanno disponibili all’organizzazione
 Le attività non prevedono un contributo da parte degli studenti
d) TORNEI SPORTIVI – In orario curricolare presso i campi della palestra nei diversi plessi,
vengono organizzati tornei di istituto nelle diverse discipline per favorire una corretta
conoscenza del se e dei propri limiti e delle proprie capacità, per migliorare la
socializzazione attraverso il confronto con gli altri, stimolare la competizione intesa come
mezzo di miglioramento personale e verificare le capacità e le competenze specifiche
apprese durante le lezioni.
 Destinatari: Studenti di tutte le classi
 Risorse umane interne e requisiti: Docenti di Scienze Motorie
 Risorse umane esterne e requisiti :
 Le attività non prevedono un contributo da parte degli studenti
2. PRIMO SOCCORSO E BLS
Il progetto di rianimazione cardio-polmonare (BLS – Basic Life Support) è un’iniziativa
svolta in orario curriculare con lo scopo di fornire indicazioni in merito alle tecniche di
primo soccorso a supporto delle funzioni vitali.
 Destinatari: studenti classe quarte (corso teorico-pratico); studenti classi quarte e
quinte (richiamo e aggiornamento); studenti classi quinte (Attestato di Rianimatore
Laico, a libera adesione con partecipazione a progetti territoriali che certificano le
competenze es. EMERLab2018)
 Risorse umane interne e requisiti: Docenti di Scienze Motorie
 Risorse umane esterne e requisiti : Enti territoriali certificati
 Le attività non prevedono un contributo da parte degli studenti
3. CENTRO SPORTIVO SCOLASTICO
La scuola offre agli studenti la possibilità di praticare molteplici attività sportive guidate
dagli insegnanti di scienze motorie, organizzate in forma di lezioni, sedute di
allenamento e tornei. È prevista inoltre la partecipazione ai Campionati Studenteschi. Il
programma delle attività viene stilato annualmente sulla base delle risorse finanziarie e
di organico che vengono destinate dal Ministero specificatamente a tale scopo.
 Destinatari: studenti di tutte le classi (libera adesione)
 Risorse umane interne e requisiti: Docenti di Scienze Motorie
 Risorse umane esterne e requisiti: eventuali esperti e istruttori
 Le attività non prevedono un contributo da parte degli studenti
Per partecipare ai campionati sportivi studenteschi organizzati dalla Provincia di Monza
– o ad eventuali altre iniziative sportive – il Liceo Parini ha costituito un proprio Centro
Sportivo Scolastico, cioè un gruppo di lavoro che si occupa della preparazione e della
partecipazione degli studenti a gare di livello provinciale – in particolare pallavolo, atletica
leggera, corsa campestre, badminton, basket 3 (il relativo progetto deve essere messo
37
a punto di anno in anno quando vengono comunicate le linee guida dall’Ufficio
provinciale di Ed. fisica di Monza).